ARCHIVIO STORICO
 HOME

 STORIE

 SQUADRE

 CAMPIONATI

 GIOCATORI

 COPPA ITALIA

 MONDIALI

 BIG MATCH

 COMMUNITY

 LINKS

 CREDITS

 CONTATTI

 



 
   
Anno

Squadra

Serie PT RT
1932-33 Sport Club Lonate
1933-34 Gallaratese
C
33
5
1934-35 Legnano
B
26 -
1935-36 Pro Patria
C
33
5
1936-37 Pro Patria
C
17
-
1937-38 Liguria
A
17
-
1938-39 Sanremese
B
33
5
1939-40 Fiorentina
A
29
-
1940-41 Triestina
A
16
1
1941-42 Alessandria
B
7
-
1942-43 Bari
A
28
-
1945-46 Piacenza
B/C
14 4
1946-47 Gallaratese
B
23
-
1947-48 Gallaratese
C
1
-
1948-49 Parabiago
C
28
-
Dati anagrafici
Cognome Simontacchi Nome Angelo
Nato a Lonate Pozzolo (Varese) Data 20/01/1914
Altezza 1,79 Peso 79
Esordio 12/9/37, Milan-Liguria 2-1 Ruolo Terzino
Nazionale
Pt
Rt
 Esordio
 -
 -
-


 

Inizia a dare i primi calci allo Sporting Club Lonate, mostrando di saperci fare. nel 1933, passa alla Gallaratese e conferma la sua ottima attitudine difensiva. E' un terzino molto alto, per i parametri dell'epoca e il suo gioco è distinto da grande eleganza. Con le sue lunghe leve, riesce ad arrivare spesso prima del diretto avversario e sa come poggiare il pallone al compagno senza doverlo buttare in tribuna. E, in conseguenza della statura, è ottimo nel gioco aere. Passato al Legnano e di qui alla Pro Patria, continua a far vedere ottime cose, convincendo il Liguria a dargli una possibilità in serie A. Gioca diciassette gare, che però non gli valgono la riconferma. Passato all'ambiziosa Sanremese, in serie B, dimostra di non essersi smontato, anzi. Nell'estate del 1939, la Fiorentina lo preleva e lo immette in pianta stabile in prima squadra. Disputa un buon campionato, ma ancora una volta è costretto a ripartire, in direzione Trieste. Non riesce mai a fermarsi e gli anni seguenti, ne sono la conferma. Dopo il capoluogo giuliano, è il turno di Alessandria, ove però gioca poco. Scende la penisola e va a Bari, ove diventa una colonna del galletti, che però alla fine della stagione retrocedono in serie B. Poco male, ormai c'è la guerra e i dettagli non contano. Dopo due anni di sosta, riprende a giocare a Piacenza, ma ormai il calcio è una semplice passione. Nell'estate del 1946, torna alla Gallaratese, per un biennio, prima di disputare una ultima stagione al Parabiago, al termine della quale decide che è arrivato il momento dell'addio.

 
 Attenzione. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del sito può essere riprodotta neanche in maniera parziale, se non chiedendo espressa autorizzazione. Eventuali trasgressori saranno puniti a norma di legge.