ARCHIVIO STORICO
 HOME

 STORIE

 SQUADRE

 CAMPIONATI

 GIOCATORI

 COPPA ITALIA

 MONDIALI

 BIG MATCH

 COMMUNITY

 LINKS

 CREDITS

 CONTATTI

 



 
   
Anno

Squadra

Serie PT RT
1929-30 Alessandria
A
12
5
1930-31 Alessandria
A
23
6
1931-32 Alessandria
A
28
10
1932-33 Alessandria
A
32
7
1933-34 Fiorentina
A
17
3
1934-35 Fiorentina
A
27
6
1935-36 Fiorentina
A
27
9
1936-37 Juventus
A
18
5
1937-38 Milan
A
1
-
1938-39 Milan
A
9
1
1939-40 Prato
C
16
2
1940-41 Salernitana
C
15
1
1941-42 Battipaglia
C
27
6
Dati anagrafici
Cognome Scagliotti Nome Cinzio
Nato a Alessandria Data 25/03/1911
Altezza ND Peso ND
Esordio 26/1/30, Alessandria-Napoli 2-1 Ruolo Attaccante
Nazionale
Pt
Rt
 Esordio
 -
 -
-

 

E' un buon attaccante, capace di ricoprire con buon profitto tutti i ruoli offensivi. Nato ad Alessandria, comincia la sua carriera coi grigi, dopo aver fatto tutta la necessaria trafila delle minori. Il suo esordio nella neonata serie A, avviene a soli diciannove anni. L'Alessandria è in uno dei migliori periodi della sua storia. La cessione di Baloncieri, invece di deprimere l'ambiente, ha spinto la società a cercare di sfruttare al meglio le risorse interne, soprattutto quelle provenienti dal vivaio e Scagliotti è una di queste. Giostra preferibilmente come interno di attacco, ma se c'è bisogno, si sposta al centro dell'attacco a anche sull'esterno, grazie ad una buona duttilità e alla intelligenza che distingue il suo gioco. Forse, il suo limite sta in una certa tendenza a tenere la palla, rallentando la manovra corale. Negli anni ad Alessandria, comunque, si distingue per un rendimento medio sempre elevato, che spinge la Fiorentina al suo acquisto. Nel primo anno in Toscana, risente un pò del trasferimento, ma poi il suo processo di inserimento va a buon fine e lui ricomincia a giocare ai suoi livelli. Dopo un triennio, arriva la Juventus, che è appena usscita dal suo quinquennio d'oro e che cerca elementi in grado di riportarla in alto. Si trasferisce sotto la Mole, ma il suo rendimento comincia ad avere qualche calo, tanto che alla fine dell'anno, i bianconeri accettano le offerte del Milan e lui va nel capoluogo lombardo. Ormai, però, è entrato nella fase calante della carriera. In due anni gioca appena dieci gare, con una rete, dopo di che se ne va a Prato. Ancora un paio di stazioni, Salerno e Battipaglia, e poi il suo viaggio nel calcio può dirsi concluso.


 Attenzione. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del sito può essere riprodotta neanche in maniera parziale, se non chiedendo espressa autorizzazione. Eventuali trasgressori saranno puniti a norma di legge.