ARCHIVIO STORICO
 HOME

 STORIE

 SQUADRE

 CAMPIONATI

 GIOCATORI

 COPPA ITALIA

 MONDIALI

 BIG MATCH

 COMMUNITY

 LINKS

 CREDITS

 CONTATTI

 



 
   
Anno

Squadra

Serie PT RT
1937 Talleres
A
15
-
1938-39 Mestre
C
20
-
1939-40 Ambrosiana
A
6
-
1940-41 Atalanta
A
28
1
1941-42 Ambrosiana
A
17
-
1942-43 Padova
B
19
3
1944 Novara
B
17
1
1945-46 Parma
B/C
22
1
1946-47 Parma
B
40
3
1947-48 Parma
B
29
1
1948-49 Suzzara
C
37
3
Dati anagrafici
Cognome Pozzo Nome Victor Josè
Nato a Buenos Aires (Argentina) Data 01/02/1914
Altezza 1,74 Peso 74
Esordio 1/10/39, A.Inter-Napoli 4-0 Ruolo Mediano
Nazionale
Pt
Rt
 Esordio
 -
 -
-


 

E' un mediano di contenimento che approfitta della legislazione sugli oriundi per arrivare in Italia, ove spera di fare fortuna. In quegli anni, i vivai sudamericani si stanno letteralmente svuotando in favore del nostro calcio, con corredo di polemiche che rimbalzano da una parte all'altra dell'Oceano. Però, non tutti quelli che arrivano in Italia, sono campioni. Ci sono anche parecchi brocchi e molte mezze figure. Lui, probabilmente, appartiene di diritto a questa categoria. Dopo un buon campionato in serie C, nel Mestr, l'Ambrosiana gli offre la grande occasione, ma non ne approfitta del tutto. Gioca solo sei partite, nelle quali denota qualche titubanza derivante probabilmente da una personalità così e così. La tecnica è discreta, ma il suo approccio alla gara non è quello che serve in un calcio difficile come quello italiano. Viene ceduto all'Atalanta, ove i miglioramenti sono netti. Le pretese degli orobici, non sono altissime e lui si impegna al massimo per la maglia. Le buone relazioni che arrivano da Bergamo, inducono Pozzani a riprenderlo all'Inter e stavolta va un po' meglio. Poi, però, arriva Masseroni e una delle prime vittime della mezza rivoluzione dei ranghi interisti è proprio lui. Va al Padova, nella serie cadetta. ove lo sorprende l'arrivo della guerra. Nel corso della sospensione decisa dalla Federazione, si accasa al Novara, per poi spostarsi al Parma appena ritorna la pace, e con essa il calcio giocato. A Parma resta per tre anni, giocando su ottimi livelli di rendimento, prima di andare a chiudere a Suzzara la sua carriera italiana e cominciarne una svizzera, al Grassopphers.

 
 Attenzione. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del sito può essere riprodotta neanche in maniera parziale, se non chiedendo espressa autorizzazione. Eventuali trasgressori saranno puniti a norma di legge.