ARCHIVIO STORICO
 HOME

 STORIE

 SQUADRE

 CAMPIONATI

 GIOCATORI

 COPPA ITALIA

 MONDIALI

 BIG MATCH

 COMMUNITY

 LINKS

 CREDITS

 CONTATTI

 



 
   
Anno

Squadra

Serie PT RT
1935-36 Padova
C
10
1
1936-37 Padova
C
25
10
1937-38 Padova
B
31
6
1938-39 Torino
A
29
7
1939-40 Torino
A
26
8
1940-41 Torino
A
24
5
1941-42 Torino
A
28
6
1942-43 Venezia
A
27
4
Dati anagrafici
Cognome Petron Nome Walter
Nato a Padova Data 25/08/1918
Altezza ND Peso ND
Esordio 25/9/38, Livorno-Torino 1-1 Ruolo Interno
Nazionale
Pt
Rt
 Esordio
 -
 -
-

 

E' un grande interno, spesso sottovalutato, uno dei migliori della sua epoca. Tecnica sopraffina, detta i ritmi del gioco e sa come inserirsi al meglio nei varchi lasciati incustoditi dagli avversari. Inizia a farsi notare nel Padova, ove è cresciuto, facendo subito vedere cose importanti, nonostante la giovanissima età. Nell'estate del 1938, quando ha appena compiuto i venti anni, viene acquistato dal Torino, ove si rivela un vero e proprio leader. La sua personalità è evidente e i compagni si lasciano guidare volentieri, anche perchè è una squadra senza grandi stelle e che basa il suo gioco su movimento e divisione dei compiti. Per quattro anni gioca su ottimi livelli e incanta il pubblico granata, ma nel 1941, Ferruccio Novo adocchia una coppia di mezzali che non ha eguali, quella formata da Valentino Mazzola e da Ezio Loik e nell'affare che viene imbastito, il presidente del Venezia, Rebuffo, esige che entri lui come parziale contropartita. Parte perciò verso la laguna, ove continua a giocare con ottimo profitto e a dispensare la sua classe che nessuno disconosce. E' ancora giovane, ma purtroppo la guerra ha ormai raggiunto il nostro paese e bombardamenti alleati e rastrellamenti nazifascisti rendono in pratica impossibile proseguire oltre una attività che negli anni precedenti era servita al regime per far credere agli italiani che tutto procedeva al meglio sui vari teatri di guerra. Purtroppo, alla ripresa lui non ci arriverà mai, poichè muore nella sua Padova nel 1944, una delle tante vittime di una guerra voluta solo da Mussolini.

 

 Attenzione. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del sito può essere riprodotta neanche in maniera parziale, se non chiedendo espressa autorizzazione. Eventuali trasgressori saranno puniti a norma di legge.