ARCHIVIO STORICO
 HOME

 STORIE

 SQUADRE

 CAMPIONATI

 GIOCATORI

 COPPA ITALIA

 MONDIALI

 BIG MATCH

 COMMUNITY

 LINKS

 CREDITS

 CONTATTI

 


 
   
Anno

Squadra

Serie PT RT
1922-23 Novara 1°D 18 10
1923-24 Juventus 1°D 19 7
1924-25 Juventus 1°D 23 14
1925-26 Juventus 1°D 22 10
1926-27 Juventus DN 26 12
1927-28 Juventus DN 30 11
1928-29 Juventus DN 20 14
1929-30 Juventus A 30 13
1930-31 Juventus A 33 13
1931-32 Juventus A 33 14
1932-33 Juventus A 13 3
1933-34 Sampierdarenese B 31 7
1934-35 Pistoiese B 14 2
1935-36 Biellese C 18 2
1936-37 Biellese C 2 -
1937-38 Biellese C 2 1
Dati anagrafici
Cognome Munerati Nome Federico
Nato a La Spezia Data 16/10/1901
Altezza ND Peso ND
Esordio 6/10/29, Juve-Napoli 3-2 Ruolo Attaccante
Nazionale
Pt
Rt
 Esordio
 4
 -
18/07/1926
Svezia-Italia 5-3

 

E' chiamato "Ricciolo" per la grande massa di capelli che incorniciano il suo volto. Ala provvista di grandi doti tecniche e alto, per i canoni dell'epoca, svolge quasi tutta la carriera nella Juventus, diventandone un giocatore estremamente importante. Arriva a Torino nel 1922, da Novara, e comincia a giocare come interno, in quanto il suo posto all'ala è occupato dall'ottimo Grabbi. Poi, però, la sua classe diventa sempre più evidente e il tecnico bianconero, Bela Karoly, uno dei maestri riconosciuti dell'epoca, decide che è arrivato il momento di schierarlo all'estrema. E per farlo, sposta il grande Hirzer all'interno del campo. In questo modo, il suo gioco diventa un valore aggiunto. E anche la nazionale, si accorge di lui. Rangone lo chiama per l'amichevole con la Svezia, dopo di che riesce a collezionare altri tre gettoni di presenza. Nel frattempo, continua a giocare da par suo in bianconero: semina gli avversari sulla fascia e provvede a rifornire i compagni di reparto. Quando ciò non è possibile, va direttamente ala conclusione, spesso con successo. Con la Juventus vince quattro scudetti ed è tra i più apprezzati attori dello squadrone del quinquennio d'oro, anche se nel 1932-33, con l'arrivo di Sernagiotto, gli spazi per lui cominciano a restringersi. Alla fine della stagione, prende la via di Genova, ove va a giocare con la Sampierdarenese, prima di spostarsi a Pistoria e poi a Biella, ove chiude col calcio giocato.

 
 Attenzione. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del sito può essere riprodotta neanche in maniera parziale, se non chiedendo espressa autorizzazione. Eventuali trasgressori saranno puniti a norma di legge.