ARCHIVIO STORICO
 HOME

 STORIE

 SQUADRE

 CAMPIONATI

 GIOCATORI

 COPPA ITALIA

 MONDIALI

 BIG MATCH

 COMMUNITY

 LINKS

 CREDITS

 CONTATTI

 



 
   
Anno

Squadra

Serie PT RT
1945-46 Kispest (Ungheria)
1946-47 Atalanta
A
21
9
1947-48 Juventus
A
24
5
1948-49 Bari
A
32
5
1949-50 Lucchese
A
30
19
1950-51 Lucchese
A
21
5
1951-52 Lucchese
A
10
1
1952-53 Salernitana
B
18
4
1953-54 Salernitana
B
14
4
Dati anagrafici
Cognome Kincses Nome Mihaly
Nato a Budapest (Ungheria) Data 08/04/1918
Altezza ND Peso ND
Esordio 24/11/46, Atalanta-Genoa 1-0 Ruolo Attaccante
Nazionale
Pt
Rt
 Esordio
 18
 -
-

 

Si mette in evidenza nel Kispest, squadra che poi cambierà nome in Ujpest e nella quale si sta formando un certo Ferenc Puskas. Attaccante dotato di tecnica superlativa, ben presto diventa uno dei migliori giocatori del suo paese, tanto da collezionare diciotto presenze con la Nazionale. Nel 1946, strappa un contratto con l'Atalanta, insieme ad Olajkar. Ma mentre il suo compare, non riesce a sostenere l'impatto col calcio italiano, lui dimostra di poter reggere il confronto e fornisce un ottimo contributo alla salvezza della squadra orobica. Al termine della stagione, la Juventus si interessa a lui e chiude la trattativa che lo porta nel capoluogo sabaudo. A Torino, però, non riesce a sfondare, probabilmente a causa delle aspettative troppo alte di una tifoseria che non ha molta pazienza e che vorrebbe una squadra in gradi di competere col Grande Torino, che sta facendo incetta di titoli. Lui, del resto, non è il tipo di giocatore che fa tutto da solo, ma cerca sempre di mettersi al servizio della squadra. Grande tecnica, e non potrebbe essere che così, vista la scuola da cui proviene, se vede un compagno meglio piazzato di lui, rinuncia volentieri alla conclusione per passargli la palla. Il pubblico bianconero non comprende l'essenzialità del suo gioco e alla fine dell'anno arriva un nuovo trasferimento, stavolta a Bari. La sua esplosione italiana, è però solo rimandata, ed avviene a Lucca, quando nel torneo 1949-50, segna la bellezza di diciannove reti, dando un grande contributo all'ottima stagione dei toscani. Ancora due stagioni a Lucca, e poi arriva l'inevitabile declino che lui affronta spostandosi a Salerno, più che altro a fini alimentari, ove disputa ancora un paio di stagioni in serie B, prima di appendere le scarpette al fatidico chiodo.

 

 Attenzione. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del sito può essere riprodotta neanche in maniera parziale, se non chiedendo espressa autorizzazione. Eventuali trasgressori saranno puniti a norma di legge.