ARCHIVIO STORICO
 HOME

 STORIE

 SQUADRE

 CAMPIONATI

 GIOCATORI

 COPPA ITALIA

 MONDIALI

 BIG MATCH

 COMMUNITY

 LINKS

 CREDITS

 CONTATTI

 



 
   
Anno

Squadra

Serie PT RT
1931-32 Vigevanesi B 14 4
1932-33 Vigevanesi B ND 6
1933-34 Vigevanesi B ND 6
1934-35 Genoa B 29 9
1935-36 Genoa A 21 2
1936-37 Genoa A 6 2
1937-38 Pisa B 22 2
1938-39 Novara A 5 -
1939-40 Verona B 16 1
1940-41 Perugia C    
1941-42        
1942-43        
1945-46 Vogherese B/C    
1946-47 Vigevano B 29 2
Dati anagrafici
Cognome Gobbi Nome Renzo
Nato a Vigevano (Pavia) Data 03/07/1915
Altezza 1,60 Peso 62
Esordio 6/10/35, Samp-Genoa 1-2 Ruolo Attaccante
Nazionale
Pt Rt  Esordio
 -  - -

 

Comincia a giocare con la squadra di casa. E' uno dei tanti ragazzini che sognano un giorno di poter calcare i campi della massima serie e gioca con l'entusiasmo tipico dei ragazzini. E' piccolo e sgusciante e quello che sembra un limite, diventa invece la sua forza, perchè quando prende la palla e si infila nelle difese avversarie, è difficile levargliela. Ragione per cui, molto spesso, i difensori avversari ricorrono al fallo. Fa il suo esordio in prima squadra giovanissimo, ad appena sedici anni e nei tre tornei di serie B, giocati a Vigevano, si mette in grande evidenza, tanto che il Genoa, appena retrocesso per la prima volta in serie B, pensa proprio a lui per ripartire. E Gobbi non delude. Certo, quando il campo è pesante, la sua corporatura non lo aiuta, ma nelle giornate di grazia è un vero furetto. Il grifone torna in serie A, anche grazie al suo generoso contributo e finalmente può misurarsi col grande calcio, quello sognato da ragazzino. E dimostra di poterci stare pure lui, anche se dura poco. Dopo un primo anno più che discreto, nella successiva stagione si ritrova la strada sbarrata da compagni che hanno un nome più altisonante, anche se quando è chiamato in squadra, la sua parte la fa sempre. Alla fine del 1937, viene ceduto al Pisa, in serie B. Sembra che la sua carriera abbia subito una botta irrimediabile, ma non si fa vincere dallo sconforto e riesce a tornare nella massima serie col Novara. Ormai, però, il suo rendimento sta calando il maniera esponenziale. Solo cinque gare e poi riparte verso Verona. E' entrato nella fase in cui si gioca per passione e, magari, per racimolare qualche ingaggio in vista dell'addio, anche se continuerà a giocare sino al 1946-47.


 Attenzione. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del sito può essere riprodotta neanche in maniera parziale, se non chiedendo espressa autorizzazione. Eventuali trasgressori saranno puniti a norma di legge.