ARCHIVIO STORICO
 HOME

 STORIE

 SQUADRE

 CAMPIONATI

 GIOCATORI

 COPPA ITALIA

 MONDIALI

 BIG MATCH

 COMMUNITY

 LINKS

 CREDITS

 CONTATTI

 



 
   
Anno

Squadra

Serie PT RT
1928-29 Cremonese

DN

12 2
1929-30 Cremonese

A

14

2

1930-31 Cremonese

B

26 17
1931-32 Cremonese

B

16

7

1932-33 Sampierdarenese

B

20 5
1933-34 Livorno

A

22

2

1934-35 Lucchese

B

22 -
1935-36 Lucchese

A

34

-

1936-37 Lucchese

A

9

1
1937-38 Lucchese

A

24

-

1938-39 Lucchese

A

26

1
1939-40 Lucchese

B

16

-

1940-41 Crema

C

   
1941-42 Crema

C

   
1942-43 Legnano

C

17

1
1945-46 Crema

C

   
1946-47 Crema

B

1

-
Dati anagrafici
Cognome Dossena Nome Guido
Nato a Ombriano (Cremona) Data 06/09/1910
Altezza 1,74 Peso 73
Esordio 12/1/30, Padova-Cremonese 0-1 Ruolo Interno
Nazionale
Pt
Rt
 Esordio
 -
 -
-

 

E' un atleta polivalente, capace di giostrare in più ruoli e sempre con la stessa naturalezza. E, cosa ancora più importante, con lo stesso profitto. Centrocampista intelligente e duttile, sa attaccare, come dimostrano le molte resti segnate all'inizio di carriera, quando viene schierato preferibilmente in avanti, e difendere, tanto da essere schierato terzino dal Livorno. E svolge una carriera estremamente lunga, che lo vede vestire molte maglie, senza mai deludere chi ripone fiducia in lui. Inizia alla Cremonese, in Divisione Nazionale e in quattro stagioni, divise equamente tra le due serie maggiori, segna 28 reti, che non sono un bottino disprezzabile per uno che, comunque, non è proprio un attaccante. Lui preferisce costruire il gioco e svariare in continuazione sul fronte di attacco. E se è necessario, va ad aiutare i compagni della difesa. Nel 1932 si sposta a Genovva, alla Sampierdarenese, ove rimane un solo anno, per poi trasferirsi a Livorno. Ma è a Lucca, agli ordini di Egri Erbstein, che tocca l'apice della sua carriera. Il tecnico lucchese, l'uomo che di li a poco andrà a costruire il Grande Torino, ha grande stima di questo giocatore polivalente, che gioca con immutabile profitto in ogni zona del campo. A Lucca rimane sei stagioni, per poi andare a spendere gli ultimi spiccioli di carriera a Crema, prima di intraprendere la carriera di allenatore, nella quale può sfruttare l'intelligenza tattica, che ha sempre distinto il suo gioco. 

 

 Attenzione. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del sito può essere riprodotta neanche in maniera parziale, se non chiedendo espressa autorizzazione. Eventuali trasgressori saranno puniti a norma di legge.