ARCHIVIO STORICO
 HOME

 STORIE

 SQUADRE

 CAMPIONATI

 GIOCATORI

 COPPA ITALIA

 MONDIALI

 BIG MATCH

 COMMUNITY

 LINKS

 CREDITS

 CONTATTI

 



 
   
Anno

Squadra

Serie PT RT
1926-27 Alba Roma
DN
13
3
1927-28 Roma
DN
20
7
1928-29 Roma
DN
27
14
1929-30 Roma
A
30
13
1930-31 Roma
A
34
12
1931-32 Roma
A
32
6
1932-33 Roma
A
17
4
1933-34 Roma
A
3
-
1934-35 Lazio
A
-
-
1935-36 Trastevere
1936-37 Trastevere
1937-38 Trastevere
Dati anagrafici
Cognome Chini Luduena Nome Antonio
Nato a Canadà de Gomez (Argentina) Data 21/10/1904
Altezza ND Peso ND
Esordio 6/10/29, Alessandria-Roma 3-1 Ruolo Ala
Nazionale
Pt
Rt
 Esordio
 -
 -
-

 

Arriva in Italia dopo essersi laureato in Giurisprudenza a Buenos Aires. Attratto più dal pallone che dai codici, viene chiamato dalla Juventus nel 1926, ma dopo un provino positivo, sorgono delle complicazioni che vengono prontamente sfruttate dai dirigenti dell'Alba per fargli firmare quel contratto che i bianconeri continuano a procrastinare. Naturalmente, quando l'Alba confluisce nella nascente Roma, Chini viene chiamato a farne parte. Ala dotata di ottimo bagaglio tecnico, ha naturalmente sviluppato gli stilemi della scuola in cui si era formato. Tipica ala tutto finte e dribbling, quando è in giornata di grazia diventa difficile togliergli la sfera. Purtroppo, e anche qui c'entra la scuola argentina, teme molto il gioco duro e quando la contesa si surriscalda, tende ad estraniarsi dal gioco. A Bergamo, nel corso del torneo 1928-29, appena gli avversari cominciano a riempirlo di calcioni, va dall'arbitro per chiedergli di punire il gioco duro, ma, accortosi che questi non intende farlo, minaccia platealmente di andarsene. Con la maglia giallorossa, disputa una serie di stagioni ad altissimo livello, tanto da arrivare ad indossare sei volte la maglia della Nazionale B. Purtroppo per lui, la strada della selezione maggiore, gli viene sbarrata da un suo connazionale, quel Mumo Orsi che è un grande beniamino di Vittorio Pozzo. Nel 1934 passa sull'altra sponda tiberina, ma ormai non è più in grado di reggere il passo e non mette mai piede in campo. Continuerà a giocare, ma per divertimento, con il Trastevere.

 

 Attenzione. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del sito può essere riprodotta neanche in maniera parziale, se non chiedendo espressa autorizzazione. Eventuali trasgressori saranno puniti a norma di legge.