ARCHIVIO STORICO
 HOME

 STORIE

 SQUADRE

 CAMPIONATI

 GIOCATORI

 COPPA ITALIA

 MONDIALI

 BIG MATCH

 COMMUNITY

 LINKS

 CREDITS

 CONTATTI

 



 
   
Anno

Squadra

Serie PT RT
1921-22 Edera Pola 2°C 8 2
1922-23 Edera Pola 2°D 5 4
1923-24 Audace Taranto 1°D 3 3
1924-25 Audace Taranto 1°D 5 6
1925-26 Edera Trieste 2°D 4 -
1926-27 Audace Tranto 1°D 14 nd
1927-28 Juventus DN 22 7
1928-29 Pro Patria DN 24 11
1929-30 Pro Patria A 24 7
1930-31 Vomero 1°D - -
1931-32 Napoli A 4 -
1932-33 Livorno B 14 4
1933-34 Grion B 24 10
1934-35 Grion B 12 -
1935-36 Grion B - -
1936-37 Grion C - -
1937-38 Arsa C 4 -
1938-39 Arsa C 14 ND
Dati anagrafici
Cognome Bonivento Nome Mario
Nato a Pola Data 28/01/1903
Altezza ND Peso ND
Esordio 6/10/29, P.Patria-Cremonese 4-2 Ruolo Ala
Nazionale
Pt
Rt
 Esordio
 -
 -
-

 

Ennesimo prodotto del calcio polese, negli anni '20, si afferma nelle file dell'Edera Pola, per poi trasferirsi a Trieste e a Taranto. E' un attaccante dotato di tecnica sopraffina, con la quale rimedia ad una conformazione non proprio ortodossa degli arti inferiori che, secondo alcuni, starebbe ad indicare un lontano rachitismo. Quando prende la palla, però, è uno spettacolo. Parte in velocità con la sfera incollata al piede e per levargliela bisogna stenderlo. Se lo si lascia arrivare a compimento, arriva il traversone perfetto per i colleghi di reparto o la perentoria conclusione. A Taranto fa parlare molto di sè, tanto che lo ingaggia la Juventus. A Torino, fa ottime cose e condisce le sue prestazioni con sette reti di pregevole fattura, che però non gli valgono la conferma. Viene così inviato a Busto Arsizio, ove si ferma per due anni e segna diciotto reti, sempre nella categoria maggiore. A sorpresa, alla fine del secondo anno, passa al Vomero, una squadra di Napoli che milita in Prima Divisione e dove la sua bravura convince i partenopei a dargli una nuova occasione in serie A. Stavolta, però, fallisce del tutto la prova, anche perchè si trova chiuso da Sallustro, Mihalic, Vojak e Tansini, tutti giocatori di livello superiore. Si sposta a Livorno, ennesima tappa del suo personale giro d'Italia e da qui, dcide finalmente di tornare a casa, nella sua Pola, ove, incredibilmente, si ferma per quattro anni, prima di andare a finire al carriera con l'Arsa.

 

 Attenzione. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del sito può essere riprodotta neanche in maniera parziale, se non chiedendo espressa autorizzazione. Eventuali trasgressori saranno puniti a norma di legge.