ARCHIVIO STORICO
 HOME

 STORIE

 SQUADRE

 CAMPIONATI

 GIOCATORI

 COPPA ITALIA

 MONDIALI

 BIG MATCH

 COMMUNITY

 LINKS

 CREDITS

 CONTATTI

 



 
   
Anno

Squadra

Serie PT RT
1924-25 Juventus
1°D
-
-
1925-26 Juventus
1°D
1
-
1926-27 Juventus
DN
24
1
1927-28 Juventus
DN
31
1
1928-29 Juventus
DN
24
-
1929-30 Juventus
A
12
-
1930-31 Juventus
A
22
-
1931-32 Alessandria
A
21
-
1932-33 Alessandria
A
34
-
1933-34 Alessandria
A
19
-
1934-35 Alessandria
A
27
1
1935-36 Alessandria
A
22
1
1936-37 Alessandria
A
28
-
1937-38 Vigevano
B
16
-
1938-39 Vigevano
B
10
-
1939-40 Vigevano
B
6
1
1940-41 Cantù
C
10
-
Dati anagrafici
Cognome Barale Nome Oreste
Nato a Pezzana (Vercelli) Data 04/10/1904
Altezza ND Peso ND
Esordio 6/10/29, Juventus-Napoli 3-2 Ruolo Mediano
Nazionale
Pt
Rt
 Esordio
 -
 -
-

 

Uno dei tanti faticatori che caratterizzano il calcio piemontese dei primi decenni del secolo. Mediano duro, non eccessivamente portato per la costruzione del gioco, quanto per l'interdizione, si ritaglia uno spazio nella forte Juventus della seconda metà degli anni '20, quella in cui si fanno notare campioni come Hirzer, Bigatto, Allemandi, Rosetta e Caligaris. Lui non è un campione, ma è uno di quegli uomini di cui il tecnico, nel suo caso Karoly, non può fare a meno se non vuole compromettere gli equilibri della squadra. In bianconero si ferma sino al 1930-31, e riesce a vincere, da comprimario, due titoli. Quando la società bianconera decide di puntare su Bertolini, capisce che per lui non c'è più spazio e prende la strada di Alessandria. Coi grigi gioca per sei stagioni e diventa un beniamino della tifoseria, che di lui apprezza lo spirito di sacrificio e la dedizione alla causa. E lui ripaga dando tutto quello che ha. E' uno di quegli atleti che non escono dal campo senza aver tirato fuori l'ultima stilla di energia e in una squadra come l'Alessandria, ove la cifra tecnica non è straordinaria, ma l'impeto sì, questa caratteristica è la benvenuta. Nell'estate del 1937, quando già i primi segni dell'età che avanza, si fanno sentire, scende di categoria e va a giocare a Vigevano, ove fa da chioccia per tre stagioni alle giovani promesse che lo affiancano di anno in anno. L'ultima fermata della sua carriera è a Cantù, in terza serie. Del resto, ormai sta per arrivare la guerra e il pallone sta per passare in disparte...  

 

 Attenzione. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del sito può essere riprodotta neanche in maniera parziale, se non chiedendo espressa autorizzazione. Eventuali trasgressori saranno puniti a norma di legge.