ARCHIVIO STORICO
 HOME

 STORIE

 SQUADRE

 CAMPIONATI

 GIOCATORI

 COPPA ITALIA

 MONDIALI

 BIG MATCH

 COMMUNITY

 LINKS

 CREDITS

 CONTATTI

 



 
   
Anno

Squadra

Serie PT RT
1931-32 Verona B 28 8
1932-33 Verona B 32 13
1933-34 Lucchese 1°D 33 31
1934-35 Lucchese B 28 6
1935-36 Lucchese
B
30
6
1936-37 Lucchese
A
29
3
1937-38 Lucchese
A
28
6
1938-39 Bologna
A
2
1
1939-40 Bologna
A
20
1
1940-41 Bologna
A
22
7
1941-42 Bologna
A
20
3
1942-43 Bologna
A
-
-
1945-46 Trento
B/C
ND ND
1946-47 Foggia
B
14
2
1947-48 Gallaratese
B
29
ND
Dati anagrafici
Cognome Andreoli Nome Pietro
Nato a Verona Data 02/11/1911
Altezza 1,71 Peso 70
Esordio 13/09/36, Lucchese-Fiorentina 1-1 Ruolo Interno
Nazionale
Pt
Rt
 Esordio
 -
 -
-

 

Discreto interno, provvisto di buone doti tecniche e capacità di corsa non trascurabile. Comincia a giocare nella squadra della sua città natale, il Verona, ove ha fatto tutta la normale trafila delle minori. Due ottimi tornei in serie B, spingono la Lucchese ad assicurarselo e in Toscana, rimane per ben cinque anni, arrivando sino alla serie A. Dove dimostra di poter tranquillamente reggere il confronto, senza sfigurare. Agli ordini di Egri Erbstein, diventa un giocatore importante e contribuisce al miracolo di una squadra che sembra fatta per disturbare il sonno dei gerarchi fascisti. Erbstein, infatti, è ebreo e le Leggi Razziali lo spingeranno fuori dal calcio italiano qualche anno dopo, prima di poter diventare il santone del Grande Torino. E con Andreoli, giocano il mediano Scher, slavo e per di più comunista, e Bruno Neri, fiero antifascista che morirà in montagna come Partigiano. Lui non si interessa di politica, perlomeno non è un dissidente dichiarato e pensa solo a giocare il meglio possibile. E lo fa bene, tanto da spingere il Bologna ad acquistarlo. E' il famoso Bologna che "tremare il mondo fa", nel quale rimane per cinque stagioni, dando sempre un buon contributo, tranne che nell'ultima stagione, quando ormai tira aria di smobilitazione. Anche per lui, l'arrivo della guerra è praticamente la fine della carriera. Riprende nel dopoguerra, ma ormai il meglio è dietro le spalle.

 

 Attenzione. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del sito può essere riprodotta neanche in maniera parziale, se non chiedendo espressa autorizzazione. Eventuali trasgressori saranno puniti a norma di legge.